Guardia armata: il ristorante La Leche di Puerto Vallarta, dopo l'irruzione che ha portato al rapimento di sei persone, tra cui il figlio del Chapo Guzman. (foto: EFE/Ulise Ruiz Basurto)

Chapo, Chapito e Mayo: chi si nasconde dietro il rapimento del figlio del narco Guzman?

Un’irruzione armata in un ristorante di lusso. Il rapimento di almeno sei persone e informazioni contraddittorie sulla loro identità: c’è il figlio del Chapo Guzman tra i rapiti? Se si, è quello che conta, quello che non c’entra quasi niente o tutti e due? Tra i dubbi, il Messico affonda in una nuova guerra narco

Continue Reading...
Rafael Caro Quintero: Il Príncipe vuole il regno di Sinaloa (foto: la rete)

Il Principe vuole il regno di Sinaloa: c’è la mano di Rafael Caro Quintero dietro l’attacco a casa del Chapo

Nelle scorse settimane la nota giornalista ed esperta di criminalità organizzata Anabel Hernández ha pubblicato sul settimanale messicano Proceso alcune riflessioni sui recenti fatti di La Tuna: ricapitolando

Mani legate: El Chapo, dal carcere, assiste agli attacchi dei nemici. (foto La Rete)

Assalto alla roccaforte de El Chapo: i narcos rivali sbranano il Cartello di Sinaloa

Il 15 giugno un contingente formato da almeno centocinquanta persone ha fatto irruzione nel piccolo centro rurale di La Tuna, nello stato di Sinaloa, luogo di nascita ed

Meglio un morto in casa, che un Chapo alla porta

Da quando, venerdì scorso, è stato dato il trionfale annuncio della ricattura di Joaquín Guzmán a sei mesi dalla sua scenografica evasione da una prigione di massima sicurezza

La caduta del Chapo (foto: la rete)

Chi è veramente El Chapo Guzman? Ascesa e caduta di un bandito moderno

Boss del cartello di Sinaloa, protagonista della terribile guerra che da anni sta martoriando il Paese, El Chapo era quasi un signor nessuno quando il 19 gennaio 2001

In guardia: El Chapo sarebbe fuggito per un soffio (foto Saul Lopez /cuartoscuro.com)

Guerriglia urbana per il Chapo: il boss messicano fugge ancora

Joaquín “El Chapo” Guzmán, il leader del Cartello di Sinaloa evaso lo scorso luglio da un carcere di massima sicurezza in Messico, è stato ferito nel corso di

Tratti in salvo: i pioneritos liberati pochi giorni fa da un campo di Sendero Luminoso (foto: Andina)

Donne e bambini come schiavi: i maoisti di Sendero Luminoso combattono ancora

La diserzione di un giovane militante di Sendero Luminoso, la sua fuga attraverso la giungla, la resa alle autorità e settimane di delicato lavoro d'avvicinamento da parte dell'Esercito,

Presidente Santos: in Colombia non tutti gli eserciti sono regolari e i politici faticano a distinguerli (foto: Andres Piscov - Presidencia Colombia)

Amico di narcos e terroristi: gli Usa condannano il governo colombiano

«Sapeva di aiutare narcos, assassini e rapitori, mettendo così in pericolo i suoi colleghi poliziotti». In questi termini il PM americano Neil McBride si è riferito all'ex generale