Neymar in campo per quarto titolo consecutivo: meglio di Pelè

Un record che perdura da un secolo è a portata di mano del Santos e del suo attaccante mohicano. Una campagna acquisti decisa e un calendario leggero rispetto alle concorrenti fanno sognare il Santos che, secondo mister Ramalho sarà forte anche senza Neymar

A braccia aperte: Neymar cerca il quarto titolo consecutivo (foto: Santos FC)

A braccia aperte: Neymar cerca il quarto titolo consecutivo (foto: Santos FC)

Sono passati 94 anni dall’ultima volta che una squadra di San Paolo ha vinto il campionato brasiliano per quattro volte consecutive e Neymar non vuole che diventino 95: da sabato, il mohicano del gol sarà nuovamente in campo con la maglia del Santos, per tentare un’impresa che non riuscì nemmeno ‘al più grande’ di tutti, Pelè: mettere in bacheca il titolo di tetracampeão.

A complottare contro questo sogno, che realizzò il Paulistano tra il 1916 e il 1919 e che Pelè vide per due volte dissolversi al risveglio da una sbornia di tre campionati in fila con lo stesso Santos, saranno i mostri sacri del Corinthians, Palmeiras e São Paulo. Secondo l’allenatore del Santos, Muricy Ramalho, che ha parlato al quotidiano Folha, «sarà un anno difficile perchè la preparazione tra le squadre è stata diversa», ma Neymar e gli altri avranno dalla loro un calendario meno pesante e con data d’inizio postiticipata.

Il Corinthians, il Palmeiras e il São Paulo giocano la libertadores nel primo semestre, mentre il Santos disputerà la Copa do Brasil, di durata annuale ed inizio in aprile. «Il bello arriverà a metà campionato», continua Ramalho, che ricorda come la base della propria squadra sia comunque rimasta la stessa ad aver vinto gli ultimi tre campionati: oltre a Neymar, sono rimasti infatti anche Rafael, Edu Dracena, Durval, Leo, Arouca e Vladimir.

Ad accrescere le speranze di un Santos che a priori non si considera favorito, c’è una campagna acquisti decisa, che l’ha portato ad essere il maggior compratore di tutte le grandi squadre di São Paulo: «Quest’anno abbiamo creato un gruppo in grado di essere forte anche senza Neymar», annuncia Ramalho, sapendo che la sua stella con la cresta sarà d’ufficio condannata alle assenze periodiche, per giocare nella nazionale di Felipão Scolari, che ha già in agenda un incontro con l’Inghilterra per il 6 febbraio. I nuovi arrivati al Santos di cui parla sono per esempio Neto, Guilherme Santos, Renê Júnior, Cicero e Montillo: tutti giocatori che molto probabilmente saranno già in campo sabato contro il San Bernardo

Lascia un tuo commento