Messico: ancora record nella produzione d’argento

Per il terzo anno consecutivo il Messico si é aggiudicato la prima posizione nel ranking mondiale dei paesi produttori d’argento. Nel 2012, la produzione locale di questo minerale rispetto all’anno precedente, è aumentata di un 6% collocandosi nei 162 milioni di once. Il trend positivo continuerà nel 2013 spinto dagli investimenti privati in ascesa e dalla produzione che segue il cammino della crescita

Argento: il Messico è dinuovo primo (foto: la rete)

Argento: il Messico è dinuovo primo (foto: la rete)

Ancora Messico e ancora argento. Anche nel 2012 il Messico si è consacrato come il primo produttore mondiale di argento. La leadership già ottenuta nel 2011, quando il paese ha prodotto 4.778 tonnellate, circa il 20% della produzione mondiale, è stata confermata anche nel 2012 relegando al secondo posto la Cina ed al terzo il Perù.

La straordinaria performance della produzione messicana nel 2012 è arrivata principalmente grazie all’aumento della produzione del progetto Peñasquito, sviluppato dalla canadese Goldcorp, la stessa che ha registrato un aumento della produzione del 30% durante l’anno scorso.

Tra gli altri fattori che hanno permesso questa vivacità nel settore, ritroviamo anche il prezzo internazionale dell’argento che si è ubicato nella media annuale di 31,5 dollari l’oncia, il prezzo più alto in perspettiva storica dopo il record ottenuto nel 2011.

La crescita registrata nel 2012, inoltre, non mostra segnali di cambio. Il trend positivo, guardando al futuro, continua. Si stima, difatti, che nel 2013 la classifica dei produttori rimarrà invariata con il Messico in prima fila che continua a trainare la produzione mondiale con le sue miniere.

Questo trend è stato riconfermato dai primi dati sulla produzione di gennaio 2013. La produzione messicana è aumentata di un 4% circa raggiungendo le 355.67 tonnellate, con un aumento di 11.546 kg rispetto allo stesso mese dell’anno scorso.

Peraltro, il volume di investimenti nel settore è in continua crescita. La compagnia mineraria Fresnillo, che possiede tra i progetti più grandi del paese, ha investito nel 2012 circa 13 milioni di dollari per aumentare la produzione della miniera San Julian nello stato di Chihuahua. E quando questo progetto entrerà in funzione nel 2014 la produzione locale di argento ed oro crescerà ulteriormente portando le statistiche .gonfiando ulteriormente le statistiche di produzione messicana.

Inoltre, Silvercast ha recentemente dichiarato che il suo progetto Joya, nello stato di Durango, ha un potenziale di 51.3 milioni di tonnellate di argento e presto inizierà a produrre. Allo stesso modo, il progetto La Preciosa dell’impresa Pan American Silver-Orko, sempre nello stato di Durango, ha un potenziale di 6.8 milioni di once in attesa di essere estratte. Ancora, la Potarrilla, di Silver Standard Resources, possiede un potenziale di 655.7 milioni di onze once, così come risulta in ascesa la produzione dei progetti El Gallo, in Sinaloa, sviluppato da parte dell’impresa McEwen Mining, nonché il progetto San Juan, della compagnia Fortuna Silver, con un potenziale di 1.7milioni di onze ed Il Capire di Impact Silver, nello stato de Mexico, con una capacità di ben 7.2 milioni di onze once.

Quanto agli investimenti, gli stessi hanno registrato un volume di 8.000 milioni di dollari nel 2012; cifra che ha superato leggermente il volume del 2011 mantenendo vivo l’interesse che questo settore e questo paese suscita a livello internazionale.

Prospettiva positiva, insomma, per un paese che si sta presentando sempre di più come un recettore di investimenti esteri soprattutto nel settore estrattivo e che sta fortemente impegnandosi a concretizzare un ordinamento legale che possa capitalizzare il forte potenziale del paese.

Trackbacks for this post

  1. Gioielli Preziosi In Argento | pantografo

Lascia un tuo commento