Economia 2014: il Cile è ottimista per l’arrivo della Bachelet

Il 71% dei capofamiglia cileni sono convinti che la situazione economica migliorerà con l’insediamento del centrosinistra e le donne sono anche più ottimiste: 73%

Bachelet: ispira fiducia alla sua gente (foto: Pangea News)

Bachelet: ispira fiducia alla sua gente (foto: Pangea News)

Con +4,2% di crescita nel PIL appena segnato con la fine del 2013 e una prospettiva del 4% sul 2014, i cileni sfidano l’esattezza statistica e scommettono su un miglioramento economico, del loro benessenere e nel tasso d’impiego grazie all’insediamento del governo eletto lo scorso 15 dicembre.

Secondo un sondaggio realizzato dal centro studi del quotidiano La Tercera, infatti il 71% dei capofamiglia (in prevalenza uomini) è convinto che la situazione economica nazionale sarà “uguale o migliore” rispetto a quanto visto durante l’amministrazione uscente, il centrodestra di Sebastian Pinera.

Con il ritorno in carica di Michelle Bachelet, che ha già governato tra il 2006 e il 2010, le donne sono anche più ottimiste, tant’è che tra loro la percentuale di chi spera bene arriva al 73%.

Numeri leggermente più alti, poi, si raggiungo quando la domanda posta riguardava il tasso di disoccupazione, attualmente vicino ai minimi storici e oscillante attorno al 5,8%. In questo caso, il 74% crede che i disoccupati diminuiranno ancora.

Al margine di tutto questo, un 43% degli intervistati ha mostrato il proprio favore nei confronti della riforma tributaria messa in programma dalla coalizione di centrosinistra Nueva Mayoria, superando anche in questo caso gli scettici.

1 commento

  1. boris scrive:

    come da previsione la bachelet e’ un buco nell’acqua disoccupazione aumentata,investimenti esteri in caduta libera,pil quasi a zero,spesa pubblica in aumento,tasse in aumento complimenti di peggio era difficile

    Rispondi

Lascia un tuo commento