mercoledì 24 mag 2017

Manà: muore la pazza del Muelle de San Blas

La donna che ispirò la famosa canzone del gruppo messicano è morta ieri, dopo aver aspettato per una vita intera il suo promesso sposo pescatore, partito al mare e mai tornato

Molo: il tempo consuma tutto, meno le leggende (foto: Miguelaladeriva)

Molo: il tempo consuma tutto, meno le leggende (foto: Miguelaladeriva)

L’aveva conosciuta vendendo biscotti con un abito da sposa sudicio e sdrucito come il suo cuore abbandonato, Fher, il cantante del gruppo messicano Manà, che ha portato il pop rock latino in giro per tutto il mondo, facendone un genere e una bandiera. In quella lontana città messicana di Puerto Vallarta, il musicista fu attirato dallo strano personaggio e la volle conoscere: Rebecca Mendez Jimenez era impazzita per amore, una passione che fuggì per mare assieme alla sua ragione e non tornò mai più, ora possiamo dirlo, fino al giorno della sua morte.

Un tempo giovinetta snella che abbelliva le strade di ciotoli di San Blas, Rebecca si era fidanzata con un pescatore del suo paesino, che le era di poco più grande. Dopo solo pochi mesi di matrimonio, i due avevano deciso di sposarsi ma, prima della data delle nozze, lui dovette o volle o forse un misto di entrambe le cose, salpare un’altra volta in cerca di una buona pesca, che gli concedesse il riposo di alcuni giorni.

Rebecca lo salutò sul molo già vestita a nozze, noncurante di quella scaramanzia per cui lo sposo non può vedere la sua amata che sull’altare. Sul molo lo vide allontanarsi e sul molo lo attese poi per sempre: il suo amatò non tornò più, se ne era andato con il suo cuore e la sua pace, che forse trascinò con sè negli abissi quando il mare si stancò di portarlo in groppa e volle ucciderlo, oppure, che forse gettò semplicemente con gli scarti della cernita sul primo porto dietro al promontorio in cui trovò rifugio dall’amore che ingannò.

Ieri, all’età di 63 anni, Rebecca è morta. Pazza si, ma non arresa. Visto che di fatto non smise mai di attendere il suo fidanzato, sul Muelle de San Blas, che, a sua insaputa o per sua tutta indifferenza, l’ha resa celebre. Il sindaco della località, sveglio a far del dramma un profitto come solo sanno essere i politici e i giornalisti, ha subito annunciato che farà costruire una statua di rebecca proprio sul molo in cui questa attese tanto. Come per obbligarla ad attendere ancora, anche quando la vita ha già avuto la pietà di scioglierle i ceppi. All’inaugurazione della statua, suoneranno i Manà.

3 Commenti

  1. ombre scrive:

    Un amore per tutta la vita, una canzone per l’eternita’!

    Rispondi
  2. simona scrive:

    mi piace molto la canzone, e oggi ho scoperto una storia davvero toccante.
    grazie per avercela raccontata!

    Rispondi
  3. Pierpaolo scrive:

    Storia veramente profonda e toccante…

    Rispondi

Lascia un tuo commento