Gli ultimi giorni del Che, FOTO

Da un cassetto boliviano arriva un rullino con le foto degli ultimi giorni di Guerriglia di Che Guevara. Le ultime lettere dei suoi compagni, prima che fosse giustiziato dall’Esercito

1_inediti_che_PangeaNews FEATUREDSono state in possesso delle forze Armate boliviane per quasi mezzo secolo e poi sono venute miracolosamente alla luce pochi giorni dopo il ricorrere di quello che sarebbe stato il suo 85esimo compleanno.

Così, Ernesto Guevara de la Serna, detto El Che, ritorna a far parlare di sé, anche se a proposito del momento più triste della sua balenante vita di rivoluzionario. Sono infatti gli anni della guerriglia boliviana. Ernesto ha già attraversato molti campi di battaglia, raccolto la bandiera di innumerevoli cause perse ed ora affronta la sua ultima guerra.

Le foto del Che e le lettere dei suoi compagni di guerriglia che il quotidiano boliviano La Razon ha reso pubbliche ieri l’altro, parlano di una realtà disperata. Di una milizia sbandata, braccata dalle forze regolari boliviane e dai servizi segreti Usa, nonché tradita dai contadini indigeni che vorrebbe salvare.

E poi, parla della sua definitiva sconfitta. Della fine: Ernesto morto su quel tavolo medico, così come lo si era già visto da un’altra prospettiva. Gli ufficiali che brindano sulla preda. La compagna Tania rasata a zero, Coco Pedrero caduto in battaglia coi vestiti stappati e il Camba Jimenez che sorride tra due soldati boliviani, dopo la diserzione e il tradimento.

Questa è la storia di una rivoluzione fallita. Ma anche la storia di un mito, la cui figura storica più di ogni altra si è avvicinata a quella di Gesù Cristo, con una somiglianza non solo simbolica, ma anche somatica.

Proprio per questo, le foto del Che che vedete qui riprodotte hanno fatto subito il giro del mondo. Per questo, praticamente tutti i movimenti di protesta del mondo si riconoscono da allora fino ad oggi nell’eredità di Ernesto, al disopra di mille sfumature.

Lascia un tuo commento