Perù: sciopero di 48 ore contro un nuovo progetto minerario

La regione di Cajamarca, nel nord del Perù, ha cominciato ieri uno sciopero di 48 ore per protestare contro il progetto minerario Conga, autorizzato dallo Stato, nel quale la società canadese Newmont investirà circa 4,8 miliardi di dollari. Secondo il presidente del Fronte per la Difesa Regionale di Cajamarca, Idelso Hernández, il progetto Conga (rame e oro) prosciugherà due lagune per utilizzarle come discariche.

Con la Chiesa cattolica locale che cerca una via del dialogo per frenare, o evitare, eventuali atti di violenza, Hernández ha sottolineato che la protesta è e rimarrà totalmente pacifica, visto che poco più di una settimana fa ci sono stati scontri tra gli abitanti della zona e la polizia che hanno causato 4 morti e una dozzina di feriti. L’arcivescovo Miguel Cabrejos sta fungendo da mediatore nel processo di dialogo tra l’Esecutivo e le autorità della regione.

Gli avvenimenti preoccupano soprattutto perché non si tratta di un fatto isolato, bensì dell’ennesima protesta in favore o contro l’attività mineraria del paese.

 

 

Lascia un tuo commento