mercoledì 20 set 2017

Perù con il fiato sospeso per il salvataggio dei minatori

Le operazioni di salvataggio dei 9 minatori peruviani intrappolati nel sottosuolo da giovedì 5 aprile continuano e il ministro dell’Energia Jorge Merino ha affermato che si spera di riuscire a riportarli in superficie entro le prossime 48 ore.

Secondo le informazioni fornite dal direttore regionale della Salute, Huber Mallma Torres, i minatori – intrappolati a una profondità di 30 metri – sarebbero in un buono stato di salute, e si stanno alimentando con dei lunghi tubi attraverso i quali vengono fatti giungere loro cibo e acqua.

Il salvataggio è stato rallentato domenica scorsa da un crollo improvviso che però non ha impedito alle squadre di soccorso di riprendere le operazioni.

Il giacimento dove è avvenuto l’incidente, Cabeza de Negro, appartiene al settore minerario informale dichiarato illegale qualche settimana fa dalle autorità. La procuratrice della città di Ica – dove si trova la miniera – ha aperto un’indagine per appurare le dinamiche dell’incidente.

Lascia un tuo commento